Barbecue a casa: ecco i 6 errori da non commettere

Il Barbecue in America è considerata una vera e propria cerimonia sacra e come tale ha i suoi riti e le sue tradizioni tramandate di generazione in generazione. Negli ultimi anni si è diffusa anche in Italia: sempre più persone possiedono un barbecue e non rinunciano ad un bella grigliata anche in pieno inverno.

Ecco quindi un vademecum per i principianti che si avvicinano a questo mondo per la prima volta: ci sono errori che nessuno deve commettere, nemmeno un novellino: vediamo insieme quali.

  1. Sottovalutare il tempo di cottura

Il barbecue ha bisogno di una cosa sola: il tempo. Tempo per cuocere la carne come si deve ma soprattutto per prepararla: la marinatura, gli attrezzi, ogni cosa deve essere fatta senza fretta. Poi occorre considerare l’accensione e la stabilizzazione della temperatura. Se volete gustare il sapore di un BBQ come si deve prendetevi il tempo che serve, senza ansia e stress da ritardo.

Leggi anche: BBQ: Cottura Low & Slow

  1. Cuocere la carne direttamente dal frigorifero

La carne va cotta solo dopo averla riportata a temperatura ambiente, in questo modo si evita quello che viene chiamato shock termico dovuto ad un riscaldamento troppo veloce. Ovviamente non devi esagerare, non tirare la carne fuori dal frigo la sera prima, un’ora basta e avanza.

  1. Inaugurare il tuo nuovo barbecue con una cottura difficile

Finalmente sei riuscito a comprare il tuo barbecue, hai letto decine di blog, articoli, ricette e post per prepararti al meglio a questo momento e ora ti senti pronto ad usarlo per la prima volta. Cerca di non puntare troppo in alto, inizia con una con una cottura semplice, acquisisci l’esperienza e la pratica necessaria per cimentarti in ricette più complesse: il pollo o il maiale sono ottimi per cominciare, anche se commetterai degli errori il risultato sarà comunque commestibile e persino buono.

  1. Non avere a portata di mano tutto quello che ti serve

Immagina la scena: tutto va proprio come volevi, la cottura sembra perfetta, la temperatura è stabile ma ad un certo punto devi aggiungere combustibile o spennellare la salsa: dovresti farlo nel modo più veloce possibile per non compromettere la cottura. Se non hai preparato intorno a te tutto l’occorrente sarai costretto a correre da un posto all’altro per recuperare quello che hai dimenticato, senza trovarlo ovviamente. Risultato: carne troppo cotta o bruciata.

Leggi anche: Barbecue Rub: il segreto per un sapore inconfondibile

  1. Non avere abbastanza combustibile

Qui c’è poco da dire: se non ti assicuri di avere sufficiente carbone, bombole del gas e via dicendo prima di iniziare la cottura rischi di ritrovarti a mangiare carne cruda o a bruciare rami secchi per tentare di finirla di cuocere.

  1. Parenti e amici alla prima accensione

Solo poche parole: ansia da prestazione. Se vuoi stupire amici e parenti con la tua maestria assicurati prima di averla effettivamente acquisita. Niente può essere più disastroso di una cottura sbagliata durante questa dimostrazione pubblica. E in questo modo potrai dimostrare che il BBQ americano non ha nulla da invidiare alla cucina italiana.

Troppo pigro per cimentarti nell’arte del barbecue?

Non temere, abbiamo pensato noi ad una soluzione con i nostri servizi di BBQ @ Home. I nostri piatti sono perfetti per per essere gustati a casa, in ufficio, al parco o dovunque tu voglia. Con il servizio di consegna a domicilio basta un semplice clic per avere il tuo BBQ americano direttamente a casa.

Se invece abiti in zona puoi scegliere il pratico servizio di Take Away: in pochi minuti le pietanze vengono preparate, incartate e accompagnate dalle istruzioni per riscaldarle. Tornerai a casa portando con te tutto il gusto del vero BBQ americano, salse e bevande comprese!

0 Comments

You might also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *